Una domanda alla quale è difficile rispondere…

Se tuo figlio ti chiede a che cosa hai dedicato la tua vita, tu cosa rispondi? la motivazione dell’agire umano non è il raggiungimento del piacere (cfr. Freud) e neppure il conseguimento del successo e la supremazia (cfr. Adler), quanto la ricerca e la possibilità di trovare un significato alla propria esistenza. Ai perché della vita, non bastano le risposte … Continua a leggere

La Felicità

“E’ impossibile essere ragionevoli se non si è buoni”. E dal momento che, con ogni evidenza, cattiveria, faziosità, odio e intolleranza invadono come peste la nostra società, significa che poca ragionevolezza vi alberga. Purtroppo, la politica è immagine di ciò che è il paese, e la ricerca del bene comune è merce rara sia nel panorama della politica sia in … Continua a leggere

messaggio

Anche coloro ai quali la natura ha donato capacità di sintesi, in quest’ultimo periodo hanno difficoltà a capire cosa sta succedendo. Purtroppo le reazioni da parte dei governi,italiano e non, sembrano frutto di azioni poco ragionate e affrettate. Tipiche del tempo in cui viviamo,dove la riflessione cede spesso il passo all’ azione. E credo dipenda anche dalla cultura occidentale, invasa … Continua a leggere

L’aneddoto

Sul molo di un piccolo villaggio messicano, un turista si avvicina auna piccola imbarcazione di un pescatore del posto che sonnecchiaal sole. Mentre gli fa una fotografia, il pescatore si sveglia. Il turista gli offre una sigaretta e comincia a conversare: “Ah, il tempo èbellissimo e l’oceano è pescoso, il pesce di ottima qualità. Quantotempo ha impiegato per pescarlo?” “Non … Continua a leggere

Perché tanta cattiveria?

In una recente indagine del Censis, emerge che l’85% degli italiani ritiene unico giudice la propria coscienza e, in molte situazioni, ammette anche la trasgressione e la  disobbedienza alle leggi. In buona sostanza l’unica regola è “ci sono io e l’altro non esiste”.La libertà religiosa ed educativa e la famiglia fondata sul matrimonio sono stravolti.  “Per qualche strana ragione l’uomo … Continua a leggere

amare

Ripeteva il cancelliere Bismarck (1815-1898) che i deboli sono fatti per essere mangiati dai forti. A questa  lapidaria affermazione, potremmo anche aggiungere che i buoni sono fatti per essere sopraffatti dai cattivi, la giustizia per essere disattesa dai giudici e la verità contesa dalla menzogna. L’uomo appare un essere malefico capace di ogni nefandezza. Viviamo in un’Italia che sembra non … Continua a leggere

Pensiamoci

Quando siamo giovani, pensiamo di sapere tutto quel che c’è da sapere, e desideriamo che tutti sappiano che noi sappiamo. Ci riteniamo gli unici intelligenti. In realtà, quando siamo un po’ meno giovani, ci accorgiamo che abbiamo, magari, due o tre cose ancora da imparare e diventiamo più prudenti anche nei confronti degli altri. Verso i quarant’anni ci buttiamo a … Continua a leggere

Che cosa sta succedendo?

  “Cosa sta succedendo al mondo?” Il mondo è sempre più sconvolto. Rivoluzioni di popoli; governi che parevano incrollabili sono rovesciatiin pochi giorni. Guerre civili, immigrazione di massa. L’economia non cresce e il debito pubblico minaccia il default.Osserviamo sconvolti gli effetti di terremoti di una forza mai vista; onde devastanti causano migliaiadi morti. E poi, ciò che tiene sospeso il … Continua a leggere

Un’Italia diversa

L’Italia è il fanalino di coda dell’Europa intera: cresciamo, da oltre un decennio, meno di qualunque altra nazione; e il cittadino, quando gli va bene, è trattato come un suddito, e quando gli va male, quale schiavo (naturalmente, c’è anche chi è contento di essere trattato come un servo: d’altra parte, per taluni ha un suo perché). Per uscire da … Continua a leggere